Just a Slow Traveler

Weekend nel Monferrato: soggiorno d’eccellenza in charme hotel

Sommario

Il Piemonte pullula di bellissime location dove soggiornare, così come offre esperienze veramente d’eccellenza per quanto riguarda cibo e vino. Il Monferrato è perfetto per chi decide di passarci un weekend di relax.

Weekend nel Monferrato e le sue colline

Il paesaggio che si può godere nella zona di Moncalvo è incantevole: ci si trova immersi appunto nei vigneti del Monferrato, nella natura più pura e dove silenzio, tranquillità e lentezza la fanno da padroni. E badate bene, quando intendiamo lentezza, intendiamo il significato più sublime del termine, ovvero quella sana rilassatezza che permette di assaporare di ogni attimo del luogo, dell’offerta, della vita e, naturalmente, di una vacanza rigenerante: il vero e proprio slow tourism.

E rieccoci quindi, dopo avervi deliziato con il racconto di un romantico weekend nelle Langhe con degustazione enogastronomica, a raccontarvi di una bellissima location piemontese nella quale recarsi per un buon pranzo, una bella cena e magari anche per passarci una o più notti rigeneranti piemontesi: Spinerola Charme & Relax.

Ti consiglio anche la lettura di un articolo che abbiamo pubblicato sul blog di Turisti per caso dal titolo Castlèt-Tour, un tour interessante fatto in Piemonte.

Spinerola Charme & Relax

Devo essere sincera, ma questa volta siamo partiti all’avventura, quindi questo splendido luogo lo abbiamo trovato per pura fortuna. E meno male, perché era proprio quello di cui avevamo bisogno per vivere appieno e con relax la prima uscita dopo l’ennesimo lockdown ai quali siamo oramai tristemente abbonati. Insomma tra il tour e i Castelletto che abbiamo visitato, ci siamo regalati cibo, vino, charme, territorio e l’incontro con la deliziosa Chiara, padrona di casa Spinerola.

E’ proprio qui che abbiamo trascorso una notte e gustato un’ottima cena. Spinerola Hotel è un incantevole complesso del 700 recuperato nelle sue parti, completamente ed attentamente ristrutturato per dar vita ad una struttura ricettiva attraente ed affascinante, che ha mantenuto la sua natura legata al territorio e al suo passato di cultura agricola e vitivinicola specifica.

L’edificio si trova sulle colline proprio ai piedi di Moncalvo, centro storico e prima capitale storica del Monferrato, luogo che custodisce moltissime testimonianze del suo passato, sede di numerose fiere, sagre e feste durante tutto l’anno e custode nella sua frazione Patro dell’antica tradizione popolare della produzione dei fischietti di terracotta di Patro utilizzati nel passato come oggetti propiziatori per i raccolti. Anche da questo si capisce l’attaccamento alle tradizioni e alla storia e alle abitudini del passato.

Quando si arriva alla struttura, si percorre un breve tratto di strada sterrata che offre, oltre alla vista della location vera e propria, anche la cartolina naturale da togliere il fiato sulle colline, sulle vigne e sulla valle. Dopo aver parcheggiato si passa per un’elegante e nel contempo rustico ingresso per trovarsi finalmente all’interno della struttura.

L’aspetto interno è meravigliosamente intrigante: archi, volte in mattoni, tappeti, pavimenti rustici, luci soffuse, divani in cuoio meravigliosamente sistemati di fianco alla reception e al bar, composizioni floreali molto bucoliche e piuttosto imponenti. Il tutto armoniosamente fuso con la splendida vista sulla corte occupata da un verde prato e un bellissimo dehors fiorito e arredato.

Gli ospiti possono sedersi a leggere riviste, sorseggiare qualcosa da bere e spostarsi in una saletta attigua, una vera e propria elegante sala relax dal rustico e signorile aspetto, nella quale leggere, chiacchierare, giocare o semplicemente rilassarsi sulle note di una soffusa easy listening music. Questa musica che sembra arrivare dall’alto è una cosa che io adoro particolarmente.

Il bar con il suo bel bancone, è ben rifornito e molto luminoso senza essere assordante o eccessivo.

Come vi dicevo guardando verso il prato si viene rapiti dal dehors in ferro splendidamente esposto a terrazza sulle colline e sul prato inferiore che ospita una piscina con vista e un ampio solarium. Noi purtroppo non abbiamo potuto utilizzarla poiché ancora chiusa, ma cosa che mi ha fatto molto piacere, è stato vedere ordine e pulizia anche in questa zona della struttura ancora non utilizzata. Motivo per ritornarci nella stagione di apertura. 

Molto bella la cascata di glicini sul dehor a decorazione di un arredo da giardino in ferro battuto molto elegante e raffinato che si ripete anche in altri angoli del giardino, così come una moderna sala per piccoli convegni ed incontri affacciata sulla corte.

Per quanto riguarda l’attuale situazione di COVID19, sono state intraprese tutte le precauzioni e le azioni per garantire un soggiorno veramente molto sicuro.

In che stanza dormiremo?

Rivolgendo lo sguardo alla facciata della struttura, si possono individuare le camere per gli ospiti, alcune con solo finestra, altre con terrazza o balcone. Sono 16 le camere per gli ospiti, disposte su due piani e ognuna dotata di vista.

Noi abbiamo soggiornato in una camera matrimoniale al primo piano. La stanza era ben arredata, fresca e molto pulita. Non particolarmente grande ma assolutamente adatta al soggiorno di due persone.

Piacevole il bagno con vasca e soffione doccia, decorato da piastrelle rustiche chiare e ben fornito di asciugamani, teli doccia e prodotti per la cura personale. Molto rilassante la vista sul giardino, la terrazza e la collina. Unico neo a mio parere, anche se io sono una fan delle zanzariere per evitare ingressi indesiderati, la zanzariera alla finestra non proprio comoda da aprire che offuscava un po’ la vista. Altre camere sono più grandi e dotate anche di altri comfort per un’offerta globale e differenziata per soddisfare ogni tipo di clientela.

La padrona di casa

Abbiamo avuto il privilegio di conoscere personalmente, e intrattenerci in piacevoli conversazioni, con Chiara, la splendida padrona di casa Spinerola. Conoscere così il tuo ospite è cosa molto gradita. Chiara è una persona molto cordiale, professionale e attenta all’ospitalità. Possiede un ottimo staff che, come da sue parole, considera come la sua famiglia, e questo fa capire la passione e l’amore che c’è intorno ad un’attività come questa.

Il racconto di famiglia, dall’acquisto della struttura da risistemare, reinventare e far funzionare è stato piacevolissimo e anche d’ispirazione. La gestione di tutto, compresa l’azienda vitivinicola pare funzionare bene, complice l’attenzione al particolare, alla qualità e al servizio dell’ospite o del visitatore.

Frutto di amore, lavoro duro, sacrifici anche importanti e tenacia ovviamente associati ad una voluta professionalità, Spinerola Charme & Relax è diventato un luogo suggestivo, ideale per dei soggiorni senza preoccupazione, all’insegna dello star bene che è in continua evoluzione e adeguamento all’evolversi dei bisogni, delle tendenze e delle richieste turistiche.

Mangiare bene e bere meglio

Spinerola Charme & Relax offre al suo interno anche l’ottimo ristorante Uvaspina che accoglie oltre agli ospiti che soggiornano, anche clienti esterni. I cibi del territorio sono offerti in preparazioni gastronomiche che uniscono la tradizione e l’estro originale ma mai eccessivo dello chef. Ma in un prossimo articolo vi lasceremo la recensione specifica della nostra cena. Non perdetela!

Al mattino abbiamo fatto un’abbondante colazione presto, subito dopo aver fatto un bel giro all’esterno nel silenzio delle prime ore del mattino. A rispetto delle regole anti COVID19 la colazione, sia dolce che salata e ben esposta nella sala apposita, ci è stata servita al tavolo. Tutti gli alimenti erano invitanti e ben esposti su un grande bancone.

Per concludere, vorrei spendere qualche parola sull’offerta di vini. Tipici della collina Spinerola, sulla quale sorge il complesso e prodotti dalla proprietà, possono essere degustati ed acquistati nel piccolo shop all’interno della struttura assieme a salumi sempre creati dalla famiglia stessa e ad altre eccellenze del territorio.

Weekend nel Monferrato: consigli

Sarà che cerchiamo sempre posti piacevoli, ma anche questa volta il nostro consiglio è di provare questo delizioso posto. Noi ci siamo trovati molto bene.

I suoi punti di forza sono senz’altro la pulizia, la magia del luogo, l’attenzione per l’ospite, la cucina genuina e attenta ai dettagli e alla stagionalità, il silenzio, la quiete.

Il consiglio è approfittare ed effettuare sia il pernottamento che la cena o il pranzo, godere della zona con la massima calma e disposizione alla vacanza slow legata a trekking, visite di borghi magnifici, passeggiate, giri in bici, pic-nic romantici, lunghe nuotate in piscina, buon cibo e calici di ottimi vini piemontesi sorseggiati al tramonto con le persone che amate, e perché no, anche da soli!

Ecco il link diretto a Spinerola Charme & Relax nel quale potrai reperire tutte le informazioni necessarie per il soggiorno, pranzi o cene, degustazioni ed eventi ai quali partecipare da soli, con amici e in famiglia.

La mia speranza è che si continui a valorizzare e a sponsorizzare queste zone piemontesi un po’ meno conosciute e praticate perché, anche se come si dice i piemontesi sono un po’ chiusi, in realtà amano far star bene gli ospiti e viziarli il più possibile: il Piemonte è magia e si sta molto bene.

E adesso domanda di rito: cosa ne pensi delle strutture di charme? Fanno al caso tuo o preferisci altre sistemazioni?

Galleria fotografica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *