Just a Slow Traveler

La casa di Babbo Natale

Sommario

Ti voglio raccontare una storia magica. Alle estremità orientali della gelida Terra, dove la Lapponia finlandese confina con la Russia, si trova una strana montagna a forma di orecchio di lepre, il Korvatunturi. Qui, tra le foreste di pini, i laghi di ghiaccio e le renne, secondo la leggenda ci sarebbe la casa di Babbo Natale.

La casa di Babbo Natale

Ebbene si, Babbo Natale vive qui con sua moglie Jessica Maria, gli gnomi aiutanti e le strabilianti renne volanti. Chi non ha mai sentito parlare di Dasher, Dancer, Prancer, Vixen, Cometa, Donner, Blitzen, Cupido, e naturalmente Rudolph con il suo luminoso naso rosso? Sono le intrepide renne che accompagnano Santa Claus lungo i suoi viaggi di Natale che intraprende ogni anno per portare i doni a tutti i bambini del mondo.

Sicuramente questo villaggio ben nascosto e custodito deve essere magico, senza tempo e difficile da raggiungere se non con la fantasia. Ma a qualche centinaia di km da lì, scendendo verso Rovaniemi, è altrettanto magico scoprire che, proprio sulla linea del Circolo Polare Artico, alle coordinate 25°50’51” E – 66°32’35” N, si trova la sua residenza ufficiale di rappresentanza: il Santa Claus Village.

Quando visitare il Santa Claus Village

Il Villaggio Ufficiale più magico e visitabile, residenza di rappresentanza di Santa Claus, è il Santa Claus Village.

In questo strabiliante luogo è possibile incontrare Babbo Natale assieme ai suoi elfi: e tutti i giorni dell’anno. Santa Claus è una persona veramente speciale, molto gentile e disponibile con chiunque si avvicini a lui.

Noi ci siamo stati per raccogliere tante informazioni, fare tutte le fotografie possibili. E naturalmente per trovarci al cospetto di Santa Claus.

Cosa si può fare al villaggio

Il villaggio è situato a 5 km da Rovaniemi, dal quale partono navette e mezzi pubblici che si fermano proprio davanti all’entrata, e l’ingresso è gratuito.

Al suo interno, visitabile tutto l’anno, ci sono diverse attrazioni e un’organizzazione che permette di effettuare esperienze tipiche di queste latitudini: escursioni con le renne nelle zone circostanti, passeggiate nella natura, parco giochi bambini, fattoria delle renne, motoslitte, ristoranti e possibilità di soggiornare sia all’interno che all’esterno del villaggio, in chalet, igloo trasparenti e molto altro ancora. In base alle stagioni è possibile scegliere l’esperienza che più soddisfa le esigenze e i sogni di tutti.

Il luogo non ha l’aspetto “chiassoso” che si può immaginare, in realtà è molto sobrio, completamente inserito nel contesto naturale, sommerso dalla neve in inverno. Trovano spazio, l’Ufficio Privato di Santa Claus, l’Ufficio Postale di Santa Claus, la casa di Santa Claus e la casa della signora Claus dove di può anche mangiare.

L’Ufficio di Santa è sicuramente il luogo più magico del villaggio. La leggenda narra che sia strategicamente posizionato al Circolo Polare Artico, dove la superficie del terreno è molto sottile. Questo gli permetterebbe di avere il controllo totale del tempo. E’ da qui che Santa controlla anche la rotazione della Terra. Questi due prodigiosi trucchi gli permettono di visitare tutti i bambini del mondo nella notte più magica dell’anno. Non è semplice incontrare dal vivo Babbo Natale. Il percorso per entrare nel suo ufficio è lungo e pieno di cose da vedere, leggere e sentire.

Grazie al circuito all’interno dell’ufficio è possibile venire a conoscenza di leggende, racconti, e storie che normalmente non si conoscono. Il percorso è ricco anche di oggetti sconosciuti, che Santa utilizza dal tempo dei tempi per il suo magico lavoro.

I 7 oggetti sconosciuti che utilizza Babbo Natale

1- gli stivali da dieci chilometri, necessari per superare ogni viaggio e ogni tempo e che Santa utilizza per attraversare sterminate lande

2 – la pinza per fare scendere i regali di qualunque tipo e dimensione attraverso i camini senza romperli

3 – il potente telescopio con il quale Santa osserva le persone per sapere se sono state buone

4 – l’enorme marchingegno che fa girare il mondo alla velocità che Santa necessita per lavorare

5 – le minuscole abitazioni lasciate dalle misteriose creature che aiutano Santa, il Piccolo Popolo

6 – le piccole orme del Piccolo Popolo

7 – la finestrella dove rendersi veramente conto del fatto che la superficie del terreno è sottilissima e dalla quale si sente pulsare il cuore della Terra

E queste sono solo alcune delle meraviglie dell’ufficio, e si gustano prima di arrivare nella stanza dove finalmente ci si trova al suo cospetto.

Santa Claus è proprio un bell’omone con la sua barba bianca e il suo vestito rosso. Ti invita a sederti accanto a lui, e da quel momento tutto ti sembra possibile. Ma il piacere più grande è proprio la bella chiacchierata che si può fare assieme. E’ un uomo molto colto, conosce tutti, anche tante lingue. Il tempo sembra fermarsi, e forse è proprio così. E’ un’esperienza che non ha età: piccoli, piccolissimi, grandi e molto grandi. Tutti si sentiranno avvolti nel magico calore della leggenda più magica che c’è. E torneranno a casa con la foto del suggestivo incontro.

Ufficio postale di Babbo Natale e shop

Non poteva di certo mancare l’Ufficio Postale più trafficato al mondo: da qui partono migliaia e migliaia di lettere e cartoline che i visitatori possono spedire ai loro cari ovunque si desideri. Ma soprattutto arrivano le letterine di tutti i bambini del mondo: le famose letterine che ogni anno vengono spedite prima di Natale.

Entrare nel magico Ufficio Postale invoglia chiunque a scrivere qualcosa da inviare a chi si ama, magari dall’altra parte del mondo. E i messaggi vengono timbrati con il timbro postale del Circolo Polare.

Sia qui che nell’Ufficio privato di Santa lavorano, tutti i giorni dell’anno, squadre di instancabili elfi. Allegri, moderni, simpatici e molto disponibili a soddisfare ogni richiesta dei visitatori.

Naturalmente nel Villaggio si possono acquistare tanti bei souvenir da regale o regalarsi. Libri, cartoline, magneti, oggettistica varia e generi alimentari in tema con il villaggio. Non si esce mai a mani vuote. Portarsi a casa il ricordo della magia accomuna ogni visitatore che si rispetti. Cioè tutti.

Dopo aver visitato l’area, la fame si fa sentire. Allora perché non approfittare delle offerte del Villaggio? Ci sono molti locali all’interno del percorso di visita che spaziano dal fast food alla cucina più pregiata. Offrono menù con cibi tipici ma anche cucina internazionale. Cosa non manca mai è il favoloso pane speziato con il burro da spalmare accompagnato magari dalle verdure che abbiamo scoperto non mancare mai ai pasti: il tutto da gustare mentre si può ammirare la zona circostante con le attrazioni e i visitatori che qui non mancano mai.

Perché andarci

La visita al Villaggio di Santa Claus è una delle tante magnifiche esperienze da non perdere quando si fa un viaggio in Lapponia in inverno e che potrai leggere al link qui sopra.

All’interno del Villaggio c’è la possibilità di soggiornare oppure si possono scegliere hotel, b&b o altro in zona, tenendo conto che i mezzi pubblici sono frequenti, puntualissimi e si fermano proprio al villaggio.

Con la neve i paesaggi sono incantevoli ed incantati, la fauna è spettacolare, le aurore boreali sono fantastiche e gli abitanti molto disponibili.

Le avventure sono tantissime e pensate per le famiglie anche se non proprio economiche, ma ne valgono la pena.

Anche se si è grandi l’emozione di incontrare dal vivo Santa Claus è sempre fortissima. Ma basta guardare negli occhi i bambini. E tutto diventa chiaro.

Ma non ti è venuta un po’ la voglia di farci un salto? Ti confido un segreto… Noi ci siamo tornati anche in estate…

Galleria fotografica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *